Tururi virtuale

Ariadna
   Ricerca:
   

Nr: 19
Febbraio- 2006

Il Codice Da Nese
?Braşovul de odinioară?
The City's History on DVD
L?histoire de la ville sur DVD
La storia della città su DVD
Acasă la ?Lizuca? şi ?Patrocle?
Fairytale Houses
Maisons de rêve
Hiperdia ? Cu oameni, pentru oameni
Hiperdia - with the People, for the People
Hiperdia - Avec les gens, pour les gens
Mai mulţi bani pentru drumuri
Better Roads for Brasov
Meilleures voies pour Brasov
Vie migliori per Brasov
Libienii interesaţi de Braşov
Possibles investisseurs libyens
Possibili investitori libici
Servicii turistice de bună calitate
?Export 2006?
Patrimoniul cultural
A Priceless Patrimony
Un patrimonio impagabile
Farsangul ormenişcan
The Bell Ringer chase clouds away
Il campanaro caccia via le nuvole
Festivalul clătitelor la Prejmer
The Pancake Festival
Il Festival delle Fritelle
Elitele Colegiului Naţional ?Andrei Şaguna?,
Students with Golden Hearts
Allievi con Cuori d?Oro
Piatra de temelie a aeroportului
Il Progetto l?Aeroporto
Patrimoniul Predealului
Sport and Entertainment in Predeal
Sport ed Ozio in Predeal
Balul portului popular la Rupea
The Popular Costume Ball
La Bal de l?habit populaire
Stejarii seculari
The Secular Oaks
Les Chênes séculaires

Su Brașov Coltura Archivio Ufficio editoriale Contatto

Il campanaro caccia via le nuvole



     

     

Il comune Ormenis della provincia di Brasov, abitato dai Romeni, Magiari e Zingari sta conservando le sue tradizioni sin dai tempi immemoriali. Una di loro, chiamata ,Farsangul Ormeniscan? ha origine ungherese ed e ambientata nel primo sabato di febbraio.
Il direttore della scuola media locale, prof. Agoston Margareta, ci spiego lo svolgimento dell?evento: ?Farsang inizia non appena finiscono le feste invernali, includendo riunioni rustiche, danze folcloriche, ecc. Tale festa apre la Qaresima e riune i giovani che hanno gia compiuto il servizio di leva, nonche coloro che aspettano ad arruolarsi. Praticamente, si tratta di una cerimonia mascherata di nozze, una parodia di coppia di ragazzi e ragazzi travestiti, caminando in processione di nozze. I ragazzi indossano abiti da sposa o di donna ? vecchi indumenti popolari magiari?.

La cerimonia a cavallo
Toth Zoltan, 17 anni, va ancora a scuola, ma la sua presenza e la garanzia che il costume sopravvivera: ?E una tradizione molto vecchia. I ragazzi, guidatin dal mio anziano, marciano per un tragitto tradizionale. Coloro che hanno gia fatto il servizio di leva vanno in carrozze.?.
Il sidaco di Ormenis, Gergely Janos, e uno dei promotori della tradizione: ?Farsang finisce all?ultima casa della localita, dove i pagliacci riempiti vengono bruciati. I ragazzi portano i cavalli dai loro proprietari e cominciano il ballo. Nel fratempo, i personaggi mascherati contano i soldi ricevutir dai contadini, che gli regalono ancheardo e uova per fare un pancotto gigantesco una volta finita la processione. La gente conserva altresi un altro vecchio costume: l?attesa del treno. E una tradizione nostalgica che ricorda che una volta il treno porto via tutti i giovani del villaggio. Il macchinista e pagato per far fischiare la locomotiva fino quando i giovanni lasciano il villaggio alle spalle.

Il servizio religioso
Alcuni parrocchiani di Ormenis frequentano la chiesa unitariana, ma ce ne sono che vanno alla chiesa cattolica oppure ortodossa. Alcuni di loro diventarono luterani, altri evangelisti. La chiesa unitariana risale al XIV-esimo secolo. Gli ospiti venuti dall?Ungheria per presenziare l?evento visitarono anche la chiesa ortodossa, resa famosa dalle sue campane che cacciano le nuvole di tempesta.

Cacciando via i fulmini
La chiesa ortodossa di Ormenis e diventata famosa grazie al suo campanaro, di 36 anni d?eta. Lui suole scampanare quando nuvole pesanti si raggruppano sopra il villaggio. Per il lavoro fatto, riceve dai contadini un sacco di mais.
Grazie alla posizione della chiesa, ubicata in cima ad un colle, succedono fenomeni miracolosi quando baraccano le campane. Le nuvole piovane sono cacciate via dall?altra riva del fiume Olt. Ci sono documenti attestanti che gli abitanti da queste parti hanno chiamato in giudizio il comune do Ormenis visto che la tempesta colpi loro dopo che il campanaro aveva barracato.

Un?identita da custodire
?Il Comune ed il consiglio locale appoggiano tutte le manifestazioni culturali, indiferentemente trattasi di romeni, magiari oppure zingari. Attraverso tali azioni conserviamo le tradizioni e le trasmettiamo in seguito lungo le generazioni. E l?unica via per mantenere la nostra identita? confesso il sindaco Gergely.






PROMO




Copyright © Fundatia Umana
Created by S.C. Twin SoftWare S.R.L. Braşov